Logo

Le domande più frequenti dei pazienti

Sono a rischio di sviluppare la Macroglobulinemia di Waldenström (WM)?

L’esatta causa della WM è sconosciuta; tuttavia, la WM è più comune nei soggetti sopra i 65 anni. Si verifica leggermente di più negli uomini rispetto alle donne.1

Se un tuo familiare ha un linfoma, avrai un rischio più elevato di sviluppare la WM. La WM, comunque, è molto rara; c’è un rischio molto basso che un membro della tua famiglia la sviluppi.1

Come gli altri tumori, la WM non è trasmissibile, quindi non aver paura di trasmetterla ai tuoi familiari e amici.1
A quanti esami dovrò sottopormi?

Gli esami più comuni per diagnosticare la WM sono quelli del sangue e del midollo osseo.1,2

Potrebbero essere necessari anche degli esami di diagnostica per immagini per osservare un organo specifico, come il fegato o la milza. Questi esami valuteranno anche i linfonodi del tuo organismo.1,2

Aspettare i risultati degli esami potrebbe essere difficile. Quindi, chiedi aiuto alla tua famiglia, a un amico o ad un infermiere specializzato se hai delle preoccupazioni.1

Quanto è invasivo un test del midollo osseo?

Un dottore o un infermiere preleverà un campione di midollo osseo dalla zona pelvica o dallo sterno. Questo campione viene poi inviato al laboratorio per verificare la presenza di eventuali cellule anomale.3

Il test del midollo osseo può essere effettuato in ospedale o in clinica. L’esame dura circa 30 minuti, ma il prelievo del campione di midollo dura solo un paio di minuti.3

Prima di iniziare la procedura di prelievo del midollo osseo, ti verrà sempre somministrata l’anestesia locale. Se necessario, ti potrebbe essere somministrato anche un sedativo per ridurre qualsiasi tipo di dolore durante la procedura.3

Durante la procedura, un dottore o un infermiere passerà un ago attraverso la pelle fino ad arrivare all’osso. Questo gli permette di prelevare un piccolo campione di liquido dall’interno del midollo osseo. Questo può essere fastidioso, ma dura solo poco secondi.3
Quanto tempo ci vuole prima che i risultati siano disponibili?

Potresti dover aspettare qualche giorno o qualche settimana per i risultati dei tuoi esami. Potresti provare uno stato d’ansia durante questo periodo di tempo. Tuttavia, sarebbe meglio attendere fino alla diagnosi prima di cercare ulteriori informazioni.

Se hai bisogno di supporto, chiedi aiuto al tuo partner, alla tua famiglia o ad un infermiere specializzato.1

Dovrò rivolgermi ad uno specialista?

In seguito alla diagnosi, un team di specialisti si riunirà per decidere il miglior trattamento possibile per te. Questo team è conosciuto come team multidisciplinare.1

Il tuo medico, oncologo o un infermiere specializzato ti spiegherà quali sono i trattamenti disponibili per te e quali effetti collaterali potrebbero provocare. Ti parleranno, inoltre, degli aspetti da considerare nella scelta del trattamento.1,4

Perchè non mi è stato proposto subito un trattamento?

La WM spesso si sviluppa lentamente. Alcune persone potrebbero non aver subito bisogno di un trattamento, o anche per mesi o anni. Questo viene definito approccio watch and wait.1

Anche se non necessiti di un trattamento, lo specialista ti visiterà e ti prescriverà gli esami del sangue. Questo viene fatto per controllare i livelli delle proteine IgM nel sangue e il numero di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.1

Questi appuntamenti regolari vengono definiti «monitoraggio attivo», «watch and wait» o, alcune volte, «sorveglianza attiva». Continuerai a seguire questi appuntamenti fino a che non avrai bisogno di una terapia.

A quali sintomi dovrei far attenzione?

La WM si sviluppa, solitamente, nel lungo termine. In questo periodo, potresti non aver alcun sintomo.1

Tuttavia, l’accumulo delle cellule del linfoma nel midollo osseo può causare la sintomatologia. Ciò avviene perché queste cellule occupano spazio, rendendo difficile per il midollo osseo produrre abbastanza cellule ematiche.1

I sintomi più comuni che potresti sperimentare sono1:

  • Perdita di peso 
  • Apparire molto pallido o avere una sensazione di mancanza di fiato a causa della mancanza di globuli rossi (anemia) 
  • Sentirti debole e affaticato (stanchezza)
  • Sanguinare o sviluppare ematomi facilmente
  • Sudorazione notturna
Che tipi di trattamento sono disponibili?

Durante le visite di controllo, il tuo medico sarà in grado di identificare il momento esatto in cui devi iniziare il trattamento. La terapia viene iniziata, solitamente, se:1

  • Cambiano i valori degli esami del sangue 
  • Hai sintomi preoccupanti 
  • Il livello delle IgM nel sangue aumenta

L’obiettivo del trattamento è quello di migliorare la qualità di vita il più a lungo possibile, con minimi effetti avversi.

I principali trattamenti per la WM sono:1

  • Terapie di precisione
  • Trapianto di cellule staminali
  • Chemioterapia
  • Steroidi

Potresti aver bisogno di una trasfusione di sangue se i sintomi sono causati dal ridotto numero di globuli rossi1.

Quali sono i potenziali effetti collaterali del trattamento?

Alcuni soggetti sviluppano effetti collaterali durante il trattamento e nelle settimane successive. Tuttavia, questi effetti collaterali possono svanire.

In alcuni casi, gli effetti collaterali permangono per mesi dopo il trattamento. In altri casi gli effetti collaterali possono comparire dopo anni dalla terapia.

Non tutti hanno effetti a lungo termine o ritardati. La maggior parte dei soggetti vede gli effetti collaterali migliorare nel tempo. Tuttavia, ciò dipende dalla terapia che viene somministrata.5

Ecco alcuni effetti collaterali che potresti sperimentare:5

  • Stanchezza 
  • Neuropatia periferica 
  • Infezioni 
  • Cambiamenti della tiroide 
  • Menopausa precoce o sintomi della menopausa nelle donne

Torna alla pagina domande dei pazienti


WM, Waldenström’s macroglobulinemia, macroglobulinemia di Waldenström

Bibliografia

  1. Macmillan. Waldenstrom’s macroglobulinemia. Updated 21 January 2018. Consultato a Ottobre 2021. https://www.macmillan.org.uk/cancer-information-and-support/lymphoma/waldenstroms-macroglobulinaemia
  2. Gertz MA. Waldenström macroglobulinemia: 2019 update on diagnosis, risk stratification, and management. Am J Hematol 2019; 94 (2): 266-276. 
  3. Macmillan. Bone marrow test. Updated 28 February 2019. Consultato a Ottobre 2021. https://www.macmillan.org.uk/cancerinformation- and-support/diagnostic-tests/bone-marrow-test.
  4. Bomhof-Roordink H et al. Shared decision making in oncology: a model based on patients’, health care professionals’, and researchers’ views. Psychooncology 2019; 28 (1): 139-146. 
  5. Macmillan. Late effects of treatment for lymphoma. Updated 31 January 2018. Consultato a Ottobre 2021. https://www.macmillan.org.uk/cancer-information-and-support/impacts-of-cancer/late-effects-of-treatment-for-lymphoma.